Inwa & Amapura

 
 

Situata a 26 chilometri a sud di Mandalay, Inwa, anticamente chiamata Ava, era la capitale reale durante il periodo tra il XIV e il XVIII secolo. Quindi, a seguito di un terremoto del 1838, la capitale fu trasferita ad Amarapura.

Possedendo edifici religiosi che imitano quelli di Bagan, non per dimensioni e ricchezza, presenta l'età d'oro della cultura birmana, prima di essere conquistata dagli Shan nel 1527.
 
Come arrivare e cosa vedere in Inwa?
Non è facile accedere ad Inwa perché questo è un posto protetto. Per arrivarci, prendiamo una barca; Inizia attraversando il famoso fiume Irrawaddy con il traghetto locale per scoprire la campagna birmana. La visita a Inwa è fatta da una carrozza trainata da cavalli, il che la rende una visita molto autentica. I viaggiatori scopriranno poi il sublime monastero di Bagaya, costruito esclusivamente in teak e con una patina di petrolio, famosa per le sue sculture in legno. Poi alla "torre pendente" alta 27 metri, la torre Nan Myint, che fu fortemente colpita dal terremoto ma conservò ancora la sua aria pendente. Infine ci dirigiamo al monastero Maha Aung Mye Bonzan, costruito nel 1822 in mattoni. È uno dei pochi edifici rimasti dai tempi di Ava. Alcuni edifici sono stati smantellati e i pilastri in tek utilizzati per la costruzione del ponte U Bein ad Amarapura.
 
Dal Regno di Inwa al Regno di Amarapura ...
Amarapura è un'antica capitale del Myanmar. Si trova sulla riva sinistra dell'Irrawaddy, a 25 km da Ava e 11 km a sud di Mandalay. È spesso chiamato Taungmyo (Città del Sud) in relazione ad esso, di cui oggi è quasi un sobborgo.
 
Costruito nel 1783, Amarapura fu la capitale del terzo impero birmano fino al 1823, poi dal 1841 al 1860.
 
Re Mindon (1853-1878) decise a sua volta di abbandonare Amarapura: costruì una nuova capitale, Mandalay, dal 1857. Trasferì la sua corte nel 1860. Gli edifici del palazzo furono smantellati e trasportati sul posto da un elefante. Più tardi, le mura della città furono demolite per i loro materiali, recuperate per costruire strade e ferrovie. Alcuni dei fossati sono ancora riconoscibili vicino a Bagaya Kyaung.
 
Oggi la città è conosciuta per i suoi tessuti tradizionali (seta e cotone) e per le opere in bronzo.
 
Imperdibile di Amarapura
Ci sono due luoghi da non perdere per i viaggiatori:
- Il monastero di Bagaya: questo magnifico monastero fu costruito al 100% in legno di teak durante il regno di Re Hsinbyushin nel XVIII secolo in questo sito. L'intero monastero è stato spostato qui. Infatti, il monastero fu inizialmente costruito nel 1593 a 18 km da Mandalay, poi fu bruciato durante il grande incendio nel 1821. Questa pura meraviglia architettonica è un genio umano, sia per la sua bellezza che per la sua struttura.
 
- Il ponte U Bein: il monumento più famoso di Amarapura. Questo ponte fu costruito dal sindaco U Bein con pilastri in tek abbandonati durante il trasferimento dalla capitale a Mandalay. Attraversa il lago Taungthaman per 1,2 km e termina vicino a Kyautawgyi Paya, rendendolo il ponte in teak più lungo del mondo.
 
Buono a sapersi
Stupa o Tempio? Uno stupa (o pagoda) è un monumento reliquiario (spesso reliquie di un Buddha) al quale non si può tornare. Un tempio appartiene a tutti i religiosi che vivono lì (e non a una sola persona), quindi è possibile accedervi.

Clicca sulle foto per discovere le destinazioni e le attivita’ dettagliate
X

Buongiorno! Grazie per il tuo ritorno su questo sito. Non perdere codice voucher per ricevere una cena gratuita!

Fai clic su « MI PIACE » per riscattare il codice voucher

#